LA MAREMMA
"tra Santi e Briganti"
14/15 Aprile 2018


199*

LA MAREMMA
"tra Santi e Briganti"
14/15 aprile 2018

In viaggio alla scoperta di una Maremma inedita e misteriosa, fuori dalle mete più comuni.....dal Monte Labro a Capalbio...passando da Roselle

Monte Labro : Da sempre esercita una strana influenza sugli esseri umani .... Sin dai tempi degli Etruschi era considerata una Montagna Sacra, poi fu Davide Lazzaretti, detto il Cristo dell’Amiata, a sceglierla come sede della propria attività religiosa costruendovi nel 1869 una torre a forma di spirale e l’eremo.  Arrivati sulla cima si può ammirare un immenso panorama i cui confini sembrano imposti solo dai limiti dell’occhio umano e visitare l’Eremo, dove un tunnel tra le rocce conduce ad una stanza sotterranea con un Altare. Il fascino del Monte Labro non è dato solo dalla bellezza del luogo, che per altro è splendido, ma dall'atmosfera di profonda religiosità che lo pervade da oltre un secolo e mezzo, cioè da quando David Lazzaretti vi creò la Comunità della Chiesa Giurisdavidica. http://www.webamiata.it/tidavid.htm

Arcidosso è uno dei borghi più suggestivi del Monte Amiata. Imponente e caratteristico, la parte più antica del paese è caratterizzata dalla presenza della Rocca Aldobrandesca - assediata nel 1331 dai Senesi comandati da Guidoriccio da Fogliano, e passata nel 1559 sotto il controllo dei Medici. La particolarità più affascinante che incontriamo in Arcidosso sta soprattutto nell'impianto urbanistico dal quale traspaiono corrispondenze astronomiche incredibili. In alcuni edifici come elementi di decoro da erratica provenienza o come posizione originaria a “segnare” un preciso luogo vi sono raffigurazioni molto particolari, uniche nel loro genere e di varia epoca. Pare che Arcidosso sia stata “sacralizzata” alla Costellazione del Cigno sia nella struttura urbanistica che nella posizione dei luoghi di culto. Le tre chiese del borgo fortificato sono titolate a San Leonardo, San Niccolò e Sant Andrea e poste tutte lungo un asse paragonabile al braccio più lungo della Costellazione del Cigno.

Pomeriggio: dopo aver pranzato e visitato il borgo, prossima tappa Roselle: qui serata in Agriturismo. Cena e pernottamento. In mattinata conosceremo un altro mitico personaggio della Maremma: il BUTTERO:  simbolo di questa terra antica, custode dei millenari segreti del suo mestiere. Essere buttero è soprattutto una filosofia di vita: si lavora nella natura a contatto diretto con gli animali, molte ore in sella, con ogni condizione atmosferica.

Pranzo in loco. https://www.cortedegliulivi.net/    -    https://www.visittuscany.com/it/localita/arcidosso/

Capalbio è un bel borgo  che si erge su un colle coperto dalla tipica macchia maremmana. Il borgo, nato come castello delle Tre Fontane di Roma (VIII secolo), nel periodo medioevale fu di proprietà della famiglia Aldobrandeschi. Successivamente passò ai Conti Orsini e nel 1416 fu annesso alla Repubblica Senese. In seguito il territorio fu assegnato a Cosimo de’ Medici entrando in un periodo di lenta ma inesorabile decadenza. Il successivo passaggio ai Lorena segnò per Capalbio la perdita dell’autonomia e la disgregazione sociale. Questa situazione si rivelò ideale per il proliferare del banditismo, che terrorizzò la Maremma per moltissimi anni. La tradizione narra, infatti, che a Capalbio abbia trascorso la maggior parte della sua latitanza Tiburzi, il più famoso brigante maremmano, le cui imprese divennero tanto leggendarie da essere ricordate ancor oggi. Capalbio ha saputo conservare sostanzialmente intatto il suo antico impianto medievale. Bellissimo passeggiare lungo il tracciato delle mura, sulle quali si può percorrere integralmente l’antico cammino di ronda, da cui si gode di un panorama aperto e suggestivo su tutta la campagna circostante.

https://www.visittuscany.com/it/localita/capalbio/

* Ritrovo dei Signori partecipanti Novoli ex Mercato Ortofrutticolo – Viale Guidoni ore 6.45
* Ritrovo dei Signori partecipanti Firenze Sud – ObiHall ore 7.00
* Sistemazione in pullman e partenza per il Monte Labro. Sosta per ristoro durante il viaggio.
* Arrivo previsto per le ore 9.45
* Visita guidata verso la cima del Monte Labro (un agevole trekking di livello facile)
* Visita guidata del Borgo di Arcidosso.
* Ore 17.00 partenza per Roselle.
* Cena e pernottamento in agriturismo
* In mattinata: alla scoperta del Buttero maremmano
* Pranzo in loco e proseguimento per Capalbio
* Visita guidata del Borgo
* Rientro a Firenze in tarda serata

* (ASSICURAZIONE MEDICA € 5 A PERSONA DA AGGIUNGERE ALLA QUOTA)

Si avvisa che gli orari indicati potrebbero subire sensibili variazioni, in tal caso i partecipanti verranno tempestivamente avvisati

La quota comprende:

Viaggio in pullman G.T.    A/R + Visita guidata in tutti i siti visitati + Pranzi + Cena e pernottamento + Mance + Assicurazione medica

TERMINE PRENOTAZIONI : il 28/03/2018

 

0
0
0
s2sdefault

banner carta home